Francesco

Per una chiesa povera e dei poveri

Da quando, una domenica di non so che mese, durante la mia terza elementare – anno 1963 – decisi che mi sarei aggiunto al gruppo dei chierichetti della mia sperduta parrocchia di campagna, dedicata a San Giuseppe Lavoratore, sono sempre rimasto, più o meno, in relazione con la ‘chiesa’. Era in atto il Concilio Vaticano II, ma io l’ho saputo solo più tardi, molto più tardi. Ho vissuto gli anni migliori e più vivaci del post-concilio in seminario, ma è stato lo stesso ’spirito’ del Concilio - come lo avevo recepito io –  che mi ha tenuto sempre lontano dall’istituzione. Ho trovato la chiesa che volevo a Spello, nella fraternità di fratel Carlo Carretto, ma era una chiesa posta sui crocevia della vita, provvisoria per definizione, più che altro una momentanea sosta del percorso, con una immersione nel vangelo puro, per poi ripartire, ciascuno verso il proprio Oreb, come Elia. Ho cercato di camminare io stesso sui sentieri di quella stessa chiesa in Africa e poi a contatto con tanti  missionari sparsi nei cinque continenti, ma provenienti dal mio stesso territorio.

191446092-b9ce7372-896c-4b36-b138-e5f6471d66aeNel mio percorso di vita dunque avevo trovato “la mia chiesa”: era la chiesa missionaria. Ora è finalmente arrivato anche il papa giusto. Non ho intenzione di fare paragoni fra i papi che ho conosciuto, ma questo mi piace più degli altri perchè è lo stesso  ’papa buono’ che è tornato, anche se in una situazione molto più complessa e drammatica. Francesco, d’ora in poi lo chiamerò semplicemente così (basta per favore con “Sua Santità” e tutti gli altri orpelli antievangelici incrostatisi su questa figura in duemila anni di storia!!!) è il papa che avevo più o meno sempre sognato e mai creduto veramente di poter vedere. In segno di affetto gli voglio dedicare una pagina del mio blog. Qui, in maniera assolutamente provvisoria e senza alcuna pianificazione, raccoglierò alcuni articoli, testi, riflessioni interessanti che lo riguardano e che mi piacciono.

NUOVO ANNO 2017

Discorso di Francesco alla Civiltà Cattolica 10 Febbraio 2017: il testo

Commento 1: Audacia e Inquietudine come benedizione

Commento 2: Incompletezza del pensiero e immaginazione nel discernimento

NUOVA SERIE – AUTUNNO 2015

Francesco al Congresso USA – 24 settembre 2015

 ARTICOLI

 

Dal Brasile Francesco lancerà il programma del ‘vangelo sociale’ 21 luglio 2013

Attualità e futuro della teologia della liberazione 27 giugno 2013

Il ‘patto delle catacombe’. Per una chiesa serva e povera 26 giugno 2013

Francesco e il problema delle terre indigene in Argentina 26 giugno 2013

Teologia della liberazione e Roma: la guerra è finita 22 giugno 2013

Come vedo Francesco con gli occhi di un ecuadoriano 13 giugno 2013

Enzo Bianchi: “Papa Francesco facci sognare”. 9 giugno 2013

Hans Kung: “Papa Francesco è un paradosso? 12 maggio 2013

Leonardo Boff: Papa Franceso e la teologia della liberazione 6 maggio 2013

Papa Francesco ridona speranza ai preti di sinistra 1 maggio 2013

Francesco e la sua rivoluzione d’aprile 15 aprile 2013

Intervista a Leonardo Boff su Francesco 15 aprile 2013

Come i teologi della liberazione vedono Francesco 13 aprile 2013

I fioretti di papa Francesco 17 marzo 2013

 

PapaPioggia 1

PapaPioggia 2

PapaPioggia 3

PapaPioggia 4

 

PapaPioggia 5

 

PapaPioggia 6

 

PapaPioggia 7

 

 

Commenti

commenti